Gen

SerGEN

SerGEN– Curarsi e prendersi cura dei propri figli

Servizio di cura sociale dell’identità, orientamento e accompagnamento per genitori in difficoltà e/o conflittualità con i propri figli

Questo percorso si rivolge ai genitori che necessitano di fermarsi per poter ridare senso a situazioni sempre più difficili e/o conflittuali che si stanno generando nella relazione con i figli.
In una società come questa dove mancano valori e modelli condivisi, in cui latitano i confini tra bene e male, giusto e sbagliato i minori, specialmente gli adolescenti che sono in via di formazione di un’identità, si trovano disorientati, soli, ed incapaci di trovare forme condivise di un senso comune in cui poter credere. Le difficoltà dei figli si trasformano nei genitori in senso di inadeguatezza. I genitori si trovano divisi e spesso combattuti tra il ricordo di un mondo educativo che non esiste più e la necessità di interpretare la nuova società reale/virtuale abitata dai loro figli. Senso di smarrimento, fallimento, frustrazione e rabbia affollano la mente di molti genitori che sempre più spesso vivono un senso di impotenza nel poter condividere i minimi messaggi educativi che desidererebbero donare ai loro figli.

Obiettivi del percorso di cura

Fornire al genitore una nuova prospettiva di analisi della problematica

Interpretare e comprendere il bisogno nascosto del figlio che spesso viene espresso sotto forma di conflitto/dipendenza

Fornire al genitore nuove competenze e strategie di aiuto

Fornire un supporto trasversale e sistemico che accompagni tutto il nucleo familiare fino allo scioglimento del problema

Metodologia

La Consulenza sociale di cura si basa sul CSC Model ovvero: il Modello della Consulenza Sociale di Cura dell’identità, che propone un metodo sviluppato su approccio di tipo sociologico e socio-terapeutico di cura della condizione qui ed ora.

Si attiva in prima fase una valutazione della situazione del figlio tramite i racconti dei genitori che si trovano in difficoltà e che necessitano di essere ascoltati per poter esporre il proprio sentito. In questa fase viene messo a disposizione il sapere teorico del professionista che aiuta nella rilettura dei racconti dei familiari rispetto ai fenomeni sociali correlati alla generazione cui il ragazzo appartiene.
A seguire si opera in accordo con il professionista la specifica prosecuzione degli incontri in cui si andrà a mettere in relazione l’identità complessiva del ragazzo rispetto alla problematica o le problematiche che il figlio mostra, per poter infine comprendere le cause e le possibili risposte che la famiglia può offrire in termini sistemici.

Fasi della consulenza di orientamento

1

Consapevolezza dell’organicità della situazione

2

Consapevolezza razionale

3

Consapevolezza emotiva

4

Consapevolezza identitaria

Durata

Il percorso ha una durata che varia da 5 a 12 incontri di 1 ora circa ciascuno da effettuarsi ogni 15 giorni, per un arco di tempo di circa sei mesi, ma può essere differenziato caso per caso a seconda del bisogno come definito all’interno del piano personalizzato di cura che si concorderà.

Modalità di accesso

Per il contatto con un nostro referente:
• chiamare il numero 333 882 2385
• inviare email a: info@serviziosocialeaurora.it

Costi

I costi variano a seconda dei territori di riferimento in cui possono essere attivi progetti di finanziamento pubblico a copertura. Nel caso non vi fossero finanziamenti il costo resta comunque agevolato (prendere contatti con la segreteria per avere informazioni).

Condividi